SOVANA

Un piccolissimo borgo antico, arrivato miracolosamente intatto ai giorni nostri, immerso nel verde di una delle più affascinanti zone della Maremma Toscana, Sovana, uno dei “Cento Borghi più belli d’Italia”, da sempre considerato “gemma della Civiltà Etrusca”, con oltre 2700 anni di storia, dichiarata dall’ Unesco “Patrimonio dell’Umanità.

Cosa vedere a Sovana

Cattedrale di San Pietro. La Cattedrale venne costruita nel X secolo per volere di Gregorio VII, meglio noto alle cronache come Ildebrando di Suana, pontefice nato proprio a Sovana tra il 1010 e il 1020. Si tratta di una meravigliosa chiesa che sorge su un preesistente edificio sacro ed è oggi visitabili, nei sotterranei, l’antia cripta. La chiesa è stata molte volte rimaneggiata nel corso dei secoli ed ancora oggi sono visibili più stilo architettonici : longobardo, romanico e gotico. Su tutti domina lo stile romanico, è infatti tra il X e l’XI secolo che il duomo venne ultimato, nel periodo di masso splendore degli Aldobrandeschi e dell’Ascesa di Papa Gregorio VII.

Chiesa di Santa Maria Maggiore. La chiesa venne costruita nel XII secolo anche se è stata più volte rimaneggiata nel corso dei secoli e profondamente modificata durante il 1500. La Chiesa è un meraviglioso esempio di stili romanico e gotico. Al suo interno, diviso in tre navate, si trova un ciborio in pietra, uno dei pochissimi esempi in tutta la Toscana di arte romanica.

Palazzo dell’Archivio. E’ il Palazzo Comunale di Sovana e si affaccia sulla Piazza del Pretorio. La costruzione del palazzo risale al XII secolo, sulla facciata principale si puà vedere un grande orologio sormontato da un campanile a vela.

Palazzo del Pretorio. E’ uno degli edifici più importanti di Sovana, e sorge anch’esso in Piazza del Pretorio. La costruzione del palazzo risale al periodo medievale, probabilmente alla fine del XII secolo. L’edificio ospita oggi il Centro Visite del Parco Archeologico del Tufo ed il Centro di Documentazione del Territorio Sovanese. Degni di nota gli affreschi che decorano le pareti interne, pregevoli esempi di arte tardomedievale e rinascimentale.

Rocca Aldobrandesca. Quello che possiamo ammirare oggi, sono i ruderi dell’antica Rocca Aldobrandesca di Sovana, originariamente costruita su uno sperone di tufo in posizione dominante. La rocca venne costruita dagli Aldobrandeschi sui ruderi di una costruzione di epoca etrusca.

Parco Archeologico. Il Parco Archeologico di Sovana è una delle più importanti aree archeologiche della Toscana. Il parco archeologico comprende le vie cave e le necropoli. Le tombe assolutamente da non perdere sono quelle della Sirena, del Tifone, Grotta Pola, Tomma Ildebranda.

Storia di Sovana

Sorta in epoca etrusca con il nome di Suana, Sovana fu un importante centro etrusco. A partire dal 280 a.C, alla caduta della città di Vulci, Sovana venne conquista dai romani e ben presto venne innalzata al ruolo di Municipium e agli abitanti della città venne concessa la cittadinanza romana.
nel V secolo la città di Sovana venne innalzata al ruolo di sefe vescovile e nel corso dell’anno mille, sotto la dominazione degli Aldobrandeschi, venne costruita la Rocca. Tra il 1010 e il 1020 nacque a Sovana Ildebrando di Suana, noto alle cronache come Papa Gregorio VII protagonista nella lotta alle investiture, in contrasto con re Enrico IV, e del celebre episodio di Canossa. Nel 1200 Sovana divenne parte della contea degli Orsini, insieme alle vicine Sorano e Pitigliano e vi rimase fino al 1400, passando poi ai Senesi. Alla caduta della Repubblica di Siena Sovana passò ai Medici che la posero sotto il controllo del Granducato di Toscana.

Maggiori Informazioni su Sovana: http://www.sovana.info/